MARCIA DI AVVICINAMENTO

CONTATTI CON LA LUNA

Attraverso una via tortuosissima, sono stato contattato dalla Cantina Sociale di Roverè della Luna.

In realtà hanno mandato una mail al Trentino Wine Blog chiedendo che mandassero me a fare visita alla Cantina. Quei “rivoltosi mascherati” di Trentino Wine Blog mi hanno inviato una mail per indicarmi di questo contatto.

Prima Premessa:

io non ho nulla a che fare con Trentino Wine Blog. Peraltro “noi blogger” commentiamo anche sui blog degli altri, è una pratica usuale normalissima. Ed io talvolta frequento il TWB per dire qualcosa degli argomenti che loro sollevano. Tuttavia non li conosco, nel senso che non so chi ci stia dietro, visto che mantengono un rigoroso anonimato. Anche la loro mail è anonima, per cui nemmeno quando mi hanno mandato la richiesta della Cantina di Roverè della Luna ho capito chi sono.

Ma ciò evidentemente non è abbastanza chiaro ai lettori, dal momento che scrivono al Trentino Wine Blog anzichè direttamente a me, per chiedermi una visita in cantina. Ci sono molte chiavi di lettura a questo episodio, anche il fatto che probabilmente  manco si sa che esiste questo Osservatorio, ma non è importantissimo.

Insomma -il diavolo ci mette lo zampino talvolta- l’indirizzo mail conteneva un piccolo errore, per cui ho telefonato io alla Cantina di Roverè della Luna dove ad una, in realtà sorpresa, segretaria ho chiesto di poter parlare con Massimo Preghenella, cioè colui che mi aveva cercato.

Seconda Premessa:

il sig. Preghenella a quanto ho capito è un amministratore della Cantina; io non ho la fortuna di conoscerlo. La prima volta che l’ho sentito è stato nella telefonata fatta qualche giorno fa. Un signore schietto e gentile.

Insomma mi propone di andare a vedere la cantina. E’ una cantina che conosco poco o niente. Ma il destino è sempre all’erta, ed in effetti era una cantina che mi aveva già incuriosito. Nella foto di apertura di questo post lo potete riconoscere dato che all’ultima Mostra dei Vini del Trentino al Palazzo del Buonconsiglio, avevo assaggiato un loro vino che mi aveva colpito per l’etichetta, veramente particolare. Ma l’assaggio era avvenuto verso la fine di quel pomeriggio di assaggi, ormai non avevo più nè naso nè palato e non mi ricordo proprio niente. Anche loro erano stanchi, come si vede in fotografia. La visita sarà l’occasione.

Terza Premessa:

di solito visito le cantine che voglio io, e scrivo i giudizi che voglio io. I vini di cui scrivo li ho tutti comperati pagandoli, finora almeno.

Questo invece è un caso un po particolare. E’ un onore essere stato invitato da una cantina sociale. Quella delle cantine sociali è una realtà che mi piace e di cui ho scritto qualcosa, per esempio  qui e qui e qui. Perchè, mai come in questi casi, va distinta la politica della Cooperazione dall’attività delle singole Cooperative. E di solito questa seconda è una realtà che dimostra la grandezza del Trentino. Io sono convinto che riuscirò a mantenere il mio equilibrio anche nel degustare il vino che mi proporranno, ma ritengo doveroso dire fin da subito che questa degustazione avviene in maniera diversa dalle altre.

Non nego che non vedo l’ora di andare ad assaggiare questi vini e di fare due chiacchiere con il sig. Preghenella.

Un saluto dal vostro Primo Oratore.

Annunci

5 commenti on “MARCIA DI AVVICINAMENTO”

  1. cosimo piovasco ha detto:

    Ah allora finalmente ce l’abbiamo fatta a prendere conttatti con la Luna. Bene. Speriamo che l’allunaggio non sia altrettanto tortuoso….! Penso che allunerò anche io….fra qualche giorno a Rovere… ma in forma anonima.. magari poi incrociamo le nostre sensazioni degustative.
    con osservanza
    CpR

  2. Stand ha detto:

    Maaaa e starvene a casa entrambi nooo?

    Il vostro outlook negativo a loro non interessa proprio.

  3. Primo Oratore ha detto:

    “Outlook negativo – Outlook negativooo!!”
    Chi parla male e pensa male, vive male; bisogna trovare le parole giuste (cit. Nanni Moretti).

  4. […] visita è sulla base di un invito. Ho già spiegato che si è trattato di un percorso tortuoso, come è tortuoso l’ultimo pezzo di strada per […]

  5. […] è una cattiva idea e dopo tanto pinot grigio orale (se ne è parlato  qui, qui, qui, qui,  su questo Osservatorio del Vino, qui, qui il post dal pazzesco numero di commenti […]