TOP WINE 2012 – VIGNAIOLI SUL PORDOI

OGGI LE COMICHE IN TRENTINO

Mi arriva l’avviso dalla mia Confraternita del Top Wine sul Pordoi.

Faccio il mio dovere e ve lo dico, è il 13 ottobre!  Top Wine_manifesto 2012 (1)

Ma mi chiedo: non è che quando parliamo del Trentino, come sistema, o come organismo vivente (uuuh!!) o come un semplice insieme, ci riferiamo forse ottimisticamente a qualcosa che non esiste?

Per punti:

a me arriva un messaggio della Confraternita, che è da quando abbiamo rinnovato il Capitolo che non si sente. Temevo che avesse chiuso visto che non si fa sentire nessuno su nessun argomento. Ma cosa ci stiamo a fare?

in questo messaggio mi parlano di un incontro per il 13 ottobre, con i vignaioli sul Pordoi al rifugio Maria. E’ il 14° Simposio, e quest’anno si sovrappone allo SkyWine che si fa ad Ala. Dopo una estate di appuntamenti col contagocce, eccone due sovrapposti. Si ad Ala si fa una tre giorni, ma è possibile?

nella comunicazione dei Vignaioli per il Sass Pordoi c’è il rinvio al sito dei vignaioli, appunto ovviamente, ma su quel sito l’evento non è ancora descritto, a meno che uno non cerchi bene: eccolo, anzi no, il richiamo al Top Wine c’è, ma è quello del 2011!! Se volete cercarlo su internet vi auguro buona caccia al tesoro.

Immagino che prima o poi lo cambieranno il sito, che si parleranno i protagonisti, che la Confratenita batta un colpo: si spera, ma essere quello che siamo in Trentino, con queste premesse, è già un miracolo.

Sembra, spiace dirlo, che se non ci si mette di mezzo la Provincia a fare un po’ di regia, i privati tra di loro si muovono un po’ in maniera cinofallica, come diceva un mio collega. Fra l’altro sono sempre le stesse persone, le cantine del Top Wine sono in parte le stesse dello Skywine. Ubiquitari, come il merlot, il cabernet sauvignon e il pinot grigio che in Trentino li trovi dappertutto.

Parlarsi no?

Un saluto dal vostro Primo Oratore.

Annunci

One Comment on “TOP WINE 2012 – VIGNAIOLI SUL PORDOI”

  1. TrentVino ha detto:

    Hahaha, condivido in pieno! Del resto mettere dei contadini a fare marketing e’ come chiedere ad un banchiere di andare a potare le vigne in gennaio…