TOSCANA – NON TUTTO E’ ORO …

STRADA DEL VINO MONTEREGIO DI MASSA MARITTIMA

Questa è la storia di un flop. Di porte chiuse in faccia e di scortesie per gli ospiti.

Nel corso della mia breve vacanza in Toscana a Castiglione della Pescaia – Punta Ala ho pensato di dedicare un pomeriggio alla visita di qualche cantina.

Prima di partire ho scritto una mail all’indirizzo indicato da loro (info@stradavino.it) nel loro sito in costruzione ma nessuno mi ha risposto.

Vabbè, tanto in vacanza con tutto il tempo libero del mondo ho cercato su internet ed è sortito subito un bellissimo sito, Maremma Wine Shire (mica pizza e fihi -senza la “c”, siamo pur sempre in Toscana). Solo che le cantine sono in ordine alfabetico!!! Sfido chiunque a cercare una cantina vicina alla propria sede di vacanza partendo dal nome delle cantine; la prima, per esempio, Azienda Agricola Alberese, era oltre Grosseto, piuttosto lontano da dove stavo io.

Ancora un po’ di pazienza, ho cercato un po’ qua ed un po’ là, sempre su internet, ed ho poi cliccato le aziende che mi sembravano promettenti, ad es. la tenuta il Fontino -dove poi sono effettivamente andato- su Maremma Wine Shire, che riporta anche gli indirizzi ecc. Un po’ laborioso, ma tanto tempo ce nè.

PS: la sera dopo, in un ristorante (il 13 di Castiglione della Pescaia) ho visto il libro “Maremma Wine Shire” molto bello fra l’altro.

E qui viene il bello. Cercando in Internet infatto ho trovato che c’è anche una sede della Strada del Vino di Monteregio e di Massa Marittima,  con tanto di sito internet ed ho deciso di cominciare andando da loro a farmi dare qualche consiglio, con l’idea di visitare anche Massa Marittima, che non avevo mai visto, e che si è infatti dimostrata una bella cittadina.

Arrivare a via Todini a Massa Marittima è sinceramente piuttosto scomodo, ma peggio è andata con la sede. Che infatti sembrava desolatamente chiusa, alle 15.34 di un mercoledì pomeriggio! Ma, colpo di fortuna, il portone “sembrava” chiuso, in realtà era socchiuso. Ho spinto per aprirlo e mi si è fatta incontro una signora che mi ha detto “non vede che siamo chiusi, la saluto” e mi ha chiuso per l’appunto il portone in  faccia. Come doveva evidentemente essere.

Riepilogando:

alle e-mail non rispondono.

gli uffici informazione li tengono ben chiusi.

se uno prova con un po’ di intraprendenza lo sbattono fuori con male parole.

il sito internet in ordine alfabetico fa sbellicare dalle risate ed è fatto apposta per NON comunicare, o meglio per comunicare a chi già sa.

Qualche volta ci lamentiamo qui del Trentino, ed in effetti un sito complessivo per tutte le cantine non c’è, o non l’ho ancora visto.

Ma in Toscana, luogo dove la publica amministrazione e tutto ciò che è in qualche modo pubblico o comunitario/cooperativistico dovrebbe essere una specie di Mecca, bèh, debbo dire che ho preso una vera e propria delusione.

Pazienza, lungo strada ho visto molte segnaletiche di cantine, sono andato in una a caso, Coliberto, mi hanno dato una semplice cartina ma molto orientativa ed ho potuto trovare quello che cercavo: i buoni vini di cui la Toscana può andare giustamente fiera. Anche perchè fiera della sua organizzazione la Strada di Monteregio eccetera certo non può andare, da quanto ho potuto vedere io.

Un saluto dal vostro Primo Oratore.

Annunci

4 commenti on “TOSCANA – NON TUTTO E’ ORO …”

  1. Che sia arrivato il momento di un Toscana Wine Blog…..?
    Bentornato Primo Oratore…. ci sei mancato!

  2. Primo Oratore ha detto:

    Toscana Wine Blog? Magari!! Per i vini però, per l’organizzazione invece tutto il mondo è Trentino (ops, volevo dire paese)
    Ciao e grazie per gli apprezzamenti, PO

  3. Stefano boscaglia ha detto:

    Buongiorno sig.primo operatore.
    Con molto dispiacere vengo appena ora a conoscenza della sua non molto fortunata vacanza maremmana.
    Purtroppo mi devo scusare con lei per il disguido della mail, ma con molta probabilità non e mai stata ricevuta negli uffici della strada del vino e dei sapori monteregio di massa marittima, poiché e mio uso rispondere (da quando lavoro per la strada del vino), rispondere a tutti i quesiti che mi vengono posti.
    Un altro problema e legato dal fatto che la strada del vino non ha dipendenti donne, quindi con molta probabilità lei ha avuto la sfortuna di passare dall’ufficio quando non ero presente.
    Quindi non conoscendo il suo nome e il suo indirizzò, aspetto una sua risposta per poterle far capire che in Maremma non siamo tutti come lei crede.
    Sperando di poterla incontrare, la invito a visitare il nostro sito http://www.stradavino.it e di inviarmi una mail all’indirizzo info@stradavino.it e sara mia cura poterle risponderle.

    stefano boscaglia
    Direttore strada del vino e dei sapori monte regio di massa marittima

  4. Primo Oratore ha detto:

    La ringrazio del suo coraggioso commento.
    Guardi, non mi sono sbagliato, la persona che mi ha letteralmente buttato fuori è una donna. Mi spiace e non voglio mancarle di rispetto, ma c’è da rimanere perplessi se Lei non sa chi occupa gli uffici di cui Lei è responsabile.
    Tuttavia questo, e se scorre le pagine lo vedrà, non è un blog polemico quindi non intendo calcare la mano. So anche io che i disguidi, per chi lavora, possono capitare, e qualche critica aiuta a migliorare.
    In ogni caso se lei clicca in alto a destra nel blog, sotto la dicitura “chi sta dietro questo blog” potrà vedere come mi chiamo e come fare per contattarmi direttamente per mail. Da parte mia le manderò comunque una mail personale per dirle altre piccole cose significative.
    Alcune precisazioni finali:
    sinceramente la mia vacanza non è stata sfortunata, la vostra regione è bellissima, i vostri vini buonissimi e la gente toscana è simpatica. La mia visita autoorganizzata alle cantine è andata benissimo, è solo l’ufficio informazioni di via Todini 2/5 che non ci ha fatto una buona figura.
    Però io abito a Trento, sarà difficile che possiamo vederci, quantomeno in tempi brevi.
    In ogni caso ho fatto anche altre foto, ma anche solamente da quella che ho pubblicato è inequivocabile che l’ufficio in un pomeriggio di mercoledì alle 15.30 circa era desolatamente chiuso. Guardi che ho chiesto anche a qualche negoziante/operatore lì intorno, ma tutti pensano che il servizio vostro non sia buono. Probabilmente dovete fare un po’ di marketing anche voi.
    Ultima cosa, abbia pazienza, ma il mio nick name non è primo oPeratore, ma primo oratore, che è un personaggio letterario.
    Un saluto, primo ORATORE.