MOSTRA MERCATO DEGLI ARTIGIANI DEL VINO

NON PERDETE L’OCCASIONE

Intendo l’occasione di esserci alla prima.

Io ci sono stato ieri e non voglio adesso dirvi qualcosa dei vini che ho assaggiato.

Perchè soprattutto ieri il bello è stato quello di parlare con i produttori, sentire le loro storie e le loro chiacchiere.

I Vignaioli Trentini hanno un atteggiamento veramente particolare. Sono consci di aver fatto un passo importante con la scelta di farsi una manifestazione proprio sua (rectius, loro), al di fuori del circuito della Provincia e dei suoi finanziamenti. E sono anche consci che sta andando bene e che è stata una scelta giusta. Qualcuno con cui ho chiacchierato (Roberto Zeni su tutti, ma anche molti altri) aveva lo sguardo soddisfatto e felice del bambino che per la prima volta riesce a guidare la sua bicicletta senza rotelle.

Però non hanno in genere alcun spirito di rivalsa. Sono contenti di aver fatto una scelta in libertà, a favore delle loro idee e senza essere contro nessuno.

Io so che le cooperative vinicole trentine sono importanti e sono (anche) il collettore delle produzione dei contadini trentini più deboli, quelli che per mille motivazioni non vogliono mettersi in proprio.

Tuttavia questi fanno un lavoro che pur producendo la stesso prodotto, cioè il vino, per tutto il resto sono diversi. La stessa differenza che c’è fra un artigiano ed un’industria.

Dunque ieri erano in scena gli artigiani. Io penso che chiunque abbia voglia, oggi che il tempo è cattivo e che non induce alle passeggiate, potrebbe andare divertendosi alla mostra mercato.

Per ora concludo con due bei ricordi, anzi tre.

Il primo è la faccia di Gianpaolo, del Podere il Saliceto di Modena. E’ il primo banchetto che si vede entrando, lui ha un’allegria contagiosa ed è veramente un piacere fare due chiacchiere con lui. Ho comperato del suo vino perchè è sinceramente diverso, ve ne parlerò.

Il secondo è la faccia del signore della cantina Casimiro, di Bernardino Poli, un uomo divertente e gradevole di altri tempi. Mi ha invitato in cantina, ci andrò di sicuro.

Il terzo è la faccia sognante, convinta e pulita di Tamara Rosi. A tacer del vino che è un autentico spettacolo. Ma questo lo sanno davvero tutti.

L’entrata costa solo 10 €, ma potrete bere un controvalore molto più ampio, ed in più vi regaleranno un bicchiere.

Cosa volete di più! Seguite questo consiglio: andate, andate, andate.

Un saluto dal vostro Primo Oratore.

Annunci

3 commenti on “MOSTRA MERCATO DEGLI ARTIGIANI DEL VINO”

  1. gian paolo ha detto:

    ciao Primo O.!!come va ? grazie delle bellle parole ;spero veramente che i vini ti siano piaciuti.Alla prossima e se passi di qua fischia 🙂 ciao GP

  2. Primo Oratore ha detto:

    Eccome se mi sono piaciuti. Ieri pomeriggio, in passeggiata con un amico, gli ho raccontato del tuo vino e di quanto mi piacerebbe assaggiare con lui il tuo lambrusco, quasi rosato e così particolarmente buono.

  3. […] giorni scorsi ho colto l’invito che Bernardino Poli (Cantina Casimiro) mi aveva fatto alla mostra mercato primaverile della FIVI, e sono passato a trovarlo nella sua cantina. Diciamo che è stato un […]